Archivio Newsletter

Le nostre "wineletter"...

Archivio delle newsletter inviate periodicamente alla mailing list di Trecciano

Autunno 2017

2017: una vendemmia complicata

Un’annata davvero strana quella che qui alla Tenuta di Trecciano si è da poco conclusa. Tutti senz’altro ricordiamo il gran caldo che in tutta Italia ci ha assillato da Maggio fino ai primi giorni di Settembre. In realtà il primo fattore determinante non sono state le alte temperature, bensì il freddo: ad Aprile, dopo qualche settimana di caldo anticipato che aveva fatto partire il germogliamento delle viti in maniera tanto vigorosa quanto precoce, un’ondata di gelo ha provocato la morte di una parte dei germogli appena nati, soprattutto in quelle vigne situate in una posizione più bassa della vallata e non protette dai boschi, compromettendo poi una parte della produzione 2017.
L’andamento stagionale è poi proseguito come era iniziato: un caldo anomalo – con punte di calura ben oltre i 40 gradi – che si è protratto a lungo, e la mancanza di piogge hanno reso difficile la gestione dei vigneti, causando un ulteriore calo della produzione. Fortunatamente l’uva raccolta è sana e la vendemmia 2017, in termini qualitativi, si presenta ottima. Il gran caldo ha favorito le maturazioni zuccherine, che significa, a fermentazione svolta, gradazioni alcooliche notevoli.
Qui in Tenuta la vendemmia è iniziata – eccezionalmente come mai prima – nell’ultima settimana di Agosto, in cui abbiamo raccolto le nostre uve di Merlot. Successivamente nella prima decade di Settembre abbiamo proseguito la vendemmia delle uve di Cabernet Sauvignon e Franc, di Syrah e di Sangiovese, che in particolare hanno beneficiato delle provvidenziali piogge dei primi giorni di Settembre.

In conclusione, questa sarà un’annata per veri Vignaioli!

Vignaioli che come noi, interpretando un andamento climatico così anomalo ed estremo, hanno lavorato il terreno per dare soccorso alle viti contro la siccità, hanno fatto un’accurata cernita dei grappoli in vendemmia. E poi in cantina limitano i periodi di macerazione e micro ossigenano i mosti, al fine di poter ottenere vini dai tannini morbidi e dai ricchi bouquet fruttati.
Il millesimo 2017 darà vini densi e potenti, dalle strutture importanti e dall’impronta privilegiata!

Marco Rosati

Rimaniamo in contatto, iscriviti qui alla nostra newsletter!

*Ho letto l'informativa sulla privacy (al seguente link: privacy) ed acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il D.Lgs 196/2003

Start typing and press Enter to search